Meditazione Shamatha o Shi-ne

La meditazione del calmare la mente

SHAMATHA o SHI-NE (tibetano) indica la meditazione del calmare la mente, viene spesso praticata attraverso la concentrazione su un oggetto

Nelle scuole di buddismo tibetano l’insegnamento di Shi-ne viene trasmesso attraverso un’ immagine che raffigura i nove stadi della calma mentale.

L’elefante rappresenta la mente e il padrone colui che medita.

Una volta che l’elefante è domato, non rifiuterà più di obbedire al suo padrone e sarà in grado di svolgere ogni tipo di lavoro. La stessa cosa si applica alla mente.
Nel 1° stadio della pratica l’agitazione mentale (scimmia) conduce la mente (elefante nero) in ogni direzione, il padrone cerca di richiamare l’elefante.
Nel 2° stadio il padrone è più vicino all’elefante, lo sta raggiungendo per controllarlo.
Nel 3° stadio il padrone riesce a controllare l’elefante ma sulla sua groppa c’è un coniglio che rappresenta il torpore. La mente è controllata ma ha poca attenzione.
Nel 4° stadio la mente è molto più ubbidiente, il padrone toglie la corda all’elefante.
Nel 5° stadio l’elefante ubbidisce al suo padrone, l’agitazione mentale è minima.
Nel 6° stadio il padrone non deve più voltarsi a controllare l’elefante perchè l’elefante è attento, il coniglio è sparito.
Nel 7° stadio il padrone lascia proseguire l’elefante da solo, la scimmia (agitazione) e il coniglio (torpore) sono spariti.
Nell’8° stadio l’elefante è completamente bianco, ora la mente è completamente ubbidiente è richiesta solo un po’ più di energia per sostenere la concentrazione.
Nel 9° stadio il meditatore siede in meditazione e l’elefante dorme ai suoi piedi. La mente può ora indulgere senza sforzo nella concentrazione per un lunghissimo tempo.
Nel 10°-11° stadio il meditatore è entrato in Shi-ne.
Nel 12° stadio il maditatore entra nella meditazione VIPASYANA, la meditazione della vacuità. Il fuoco rappresenta l’energia necessaria per passare alla tappa successiva.

stadi della meditazione  shamatha  meditazione vipassana